9 Aprile 2021

2021: arriva il nuovo switch-off del digitale terrestre

Cosa cambia e come cambia la Nuova TV digitale

Con l’avvento del 5G e il conseguente sviluppo delle reti necessarie per la trasmissione del segnale si è resa necessaria la liberazione della banda 700 MHz attualmente impiegata dalle emittenti televisive.

Attualmente la banda UHF compresa tra 470 MHz e 790 MHz è utilizzata per i programmi televisivi trasmessi sul digitale terrestre dal canale C21 al canale C60.

Dopo lo switch off: la banda compresa tra 694Mhz e 790 MHz sarà assegnata agli operatori di telefonia mobile in tutti gli stati dell’Unione Europea.


Liberazione della banda 700 Mhz in Italia

Nel giugno 2019 il MISE ha preparato il Piano Nazionale dell Frequenze che stabilisce il calendario che porterà allo switch off in Italia. In particolare, è stato deciso di dividere il territorio nazionale in 4 Macro Aree, ognuna delle quali effettuerà la transizione in un determinato periodo.

La road map nazionale prevede dapprima la migrazione dei canali dal 50 al 53 a partire da gennaio 2020: per questo primo passaggio l’Italia è stata ulteriormente divisa in Aree Ristrette A, B, C e D.

Dal 1 settembre 2021 inizierà il vero switch-off che si concluderà il 30 giugno 2022.


Che cosa accadrà durante lo switch -off

A causa delle riduzione delle frequenze disponibili per il digitale terrestre, gli operatori televisivi devono cambiare la tecnologia di trasmissione. L’obiettivo è quello di comprimere in modo più efficiente i segnali del digitale terrestre. Per questo motivo tutti i canali adotteranno il nuovo standard di trasmissione DVB-T2 HEVC H.265.

Per affrontare il cambiamento in modo più graduale, il cambio tecnologico avverrà in 2 fasi:


FASE 1: dal 01 Settembre 2021 al 21 giugno 2022

Passaggio dall’attuale trasmissione in standard DVB-T con codifica MPEG-2 e H.264 a standard DVB-T con la sola codifica H.264


FASE 2: dal 21 giugno 2022 al 30 giugno 2022

Tutte le trasmissioni passeranno allo standard DVB-T2 con codifica HEVC H.265



Che cosa significa per gli utenti

Dopo lo switch-off, tutti i televisori che non supportano il nuovo standard DVB-T2 HEVC H.265 non funzioneranno più e non sarà più possibile vedere i canali del digitale terrestre.

Come verificare se il proprio televisore è compatibile?

Per sapere se la TV in vostro possesso funzionerà anche al termine dello switch-off occorre sintonizzarsi sui canali 100 e 200: se viene visualizzato il messaggio “Test HEVC Main 10” significa che il televisore è abilitato alla ricezione.

Nel caso il televisore non fosse compatibile, sarà necessario dotarsi di un nuovo decoder che permetta di continuare a ricevere l’intera offerta delle trasmissioni del nuovo digitale terrestre.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti sugli incentivi messi a disposizione dal Governo come il “Bonus TV” vi invitiamo a consultare il sito MISE.

Banner-pulsante
CAPTIAMO LE MIGLIORI OPPORTUNITÀ PER IL TUO BUSINESS