22 Giugno 2020

Le tre fasi dello switch off

Tra il 2020 e il 2022, la televisione digitale subirà un doppio cambio di tecnologia. Il processo dello switch-off, che porterà a liberare spazio di banda per il 5G, è già iniziato e si compone di 3 fasi distinte.
Vediamole nel dettaglio:

1

Liberazione frequenze nella banda da 700 MHz

Si inizia liberando i canali dal 50 al 53 nelle quattro aree ristrette (vedi mappa a fondo pagina). I canali 51 e 53 vengono spenti, i canali 50 e 52 vengono migrati in via temporanea su altri canali (54 o 58) in banda 700 MHz.

2

Abbandono codec MPEG-2

Entro il 1° settembre 2021, il codec MPEG-2 utilizzato per la trasmissione dei programmi in definizione standard verrà sostituito dal codec MPEG-4 (detto anche H.264) o dal codec HEVC (detto anche H.265)

3

Passaggio al DVB-T2

Dal 21 al 30 giugno 2022, tutti i broadcaster dovranno adottare lo standard di trasmissione DVB-T2. Questo per poter occupare meno banda ed avere una maggior efficienza spettrale compensando così la perdita dei canali in banda 700 MHz che verranno destinati al 5G.

Il processo inizia quest’anno dalle aree ristrette composte da province che potrebbero subire o causare interferenze con gli stati confinanti.

mappa-aree-ristrette-switch-off

Quali impianti devono essere adeguati in vista dello switch-off?

Come si adegua correttamente l’impianto?

Tutti gli impianti realizzati con tecnologia canalizzata o con rimodulazione dei segnali dovranno essere adeguati e necessiteranno di interventi a causa del “trasloco” dei canali trasmessi in precedenza in Banda a 700 MHz.

Questa tipologia di impianti interessa non solo alcuni condomini, ma anche strutture quali alberghi, campeggi e villaggi turistici, centri commerciali e ospedali.

Per adeguare un impianto a “regola d’arte” non basta solo riprogrammare la centrale a filtri di canale o sostituire i moduli di transmodulazione o ancora resettare dei centralini programmabili, ma anche e soprattutto procedere ad una verifica completa dell’impianto.

Scopri tutte le nostre soluzioni per ottimizzare gli impianti (qui) o contattaci per avere maggiori informazioni e assistenza tecnica.

CAPTIAMO LE MIGLIORI OPPORTUNITÀ PER IL TUO BUSINESS